Pagine

lunedì 29 luglio 2013

Telefoniamoci tra 20 anni


Questo è un telefono veramente speciale, francese, in bachelite, alto e severo, con indicati attorno alla ghiera i numeri utili per chiamare la police, les pompiers e le secours. Chissà in che buffa divisa sarebbero accorsi i pompieri allora, se avrebbero sfoggiato scale di legno e baffoni arricciati?


Questo bianco invece è uno dei modelli di telefono vintage più apprezzati, sono felice di averne trovato un altro: elegante, femminile, per fare contente le proprie fidanzate. I telefoni a ghiera sono sempre oggetto di curiosità da parte dei bambini che vedono le mie lampade, non avendone mai visti, solitamente, in casa. Ad uno di questi piccoli avventori, stupiti di quanto fosse lungo una volta comporre un numero, una mamma disse. "Vedi, una volta ci mettevi così tanto che nel frattempo avevi tempo di pensare se era il casi di farla, quella telefonata."


Eggià, ogni volta che facevi girare il dito avevi lunghi istanti per pensare se non completare il giro, oppure, al contrario, pregustavi il piacere di sentire la voce all'altro capo della cornetta: ad ogni numero di avvicinava un po'. Quanta riflessione e quanto piacere ci ha tolto la velocità in cui tutto si consuma oggi?


Quest ultimo telefono, tondeggiante e compatto, è coevo del precedente, ma assolutamente francese: è stato amore a prima vista. Un amore breve, perchè se ne è volato via al primo mercatino. Adieu!

Nessun commento:

Posta un commento