Pagine

venerdì 29 marzo 2013

Telefoni, strisce e baloons






A Bologna ogni anno si svolge Bilbolbul, e per me che da sempre ho i fumetti come prima passione, è sempre una settimana magica. Quest anno poi nevicava, e il tour per mostre e presentazioni di fumetti è stato ancor più suggestivo. Ogni anno eleggo la mia personale "nuova perla", l'autore a me sconosciuto che giunge a deliziarmi le pupille. E la materia grigia, perchè il mio amore di quest anno, Henning Wagenbreth, è un vulcano di invenzione: i suoi disegni sono densi, intricati, condensati di immagini fantasiose e forti che ritraggono in un modo impietoso la società contemporanea.




Come per quasi tutto ciò che mi piace, non potevo permettermi gran che della sua produzione, ho optato per un poster sulla vita di Bertolt Brecht che si intona alla perfezione con le ultime lampade telefono prodotte. Attendo ancora qualcuno che mi traduca le didascalie dal tedesco..ma il senso, diciamo, si capiva bene lo stesso.




Nessun commento:

Posta un commento