Pagine

martedì 12 febbraio 2013

Linee bollenti



 Ecco, sono arrivate, una nuova serie di lampade telefono. Anche se di seriale, come al solito, non c'è proprio niente. La foggia di ogni telefono infatti richiede accorgimenti diversi, così che difficilmente si può replicare quanto fatto su di una precedente lampada. A ciò va aggiunto che...siamo incredibilmente smemorati. Questo fa si che ogni volta sia un'avventura diversa: soluzioni da trovare ogni volta da capo.



Nei miei soliti giri tra mercatini ho trovato una incredibile serie di tessere per insegnare l'alfabeto ai bambini, saranno degli anni 50. Il "Telefono" è a ghiera, la "Lampada" è a olio, il "Carretto" è al posto dell'automobile.
Ecco, mi piacerebbe che le lampade telefono entrassero nella casa di un bambino, che potesse infilare le dita in questo oggetto d'altri tempo ormai, come queste tessere.






Nessun commento:

Posta un commento