Pagine

martedì 12 febbraio 2013

Click!


Cosa ci è saltato in testa quando abbiamo deciso di cominciare a lavorare con le macchine fotografiche? Non lo so, è proprio un'idea da pazzi. E' vera chirurgia: aprirne lo sportellino, accanirsi contro il povero (e delicatissimo) obiettivo fino ad asportarne la lente, innestare il portalampada. Ma infine, click! E luce fu.



 Da principio era particolarmente doloroso infierire su un oggetto bello come una macchina fotografica: diciamolo, sventrare un ferro da stiro non fa ne caldo ne freddo, la trasformazione in lampada lo nobilita, come se il buon karma lo avesse destinato a una resurrezione fortunata. Per una macchina fotografica invece dev'essere malinconico non poter più scattare, non imprimere più la bellezza sulla sua pellicola. Devo spiegare loro, prima di operare, che purtroppo non producono più rullini..


Nessun commento:

Posta un commento