Pagine

martedì 25 dicembre 2012

Tritacarne a 100 Watt


Eccolo qui in assetto da battaglia, il mio mitico Tritacarne. Difficile esprimere quanto lo ami: come tutte le idee cullate a lungo e materializzatesi dopo mille difficoltà, non può che essere il mio preferito. 

Da quando Miss Lamparita era in fasce accarezzavo l'idea di un tritacarne che macinasse fili luminosi, sia per l'utensile in sè, vintage e "industrial" allo stesso tempo, che per lo spettacolo portato in scena: un macinato di lampadine proiettate in ogni direzione. Ma come realizzarlo? Troppo pesante per essere retto da una mensola da salotto, che in più avrebbe costretto l'imboccatura verso la parete. E con che supporti "tentacolari"? Dovevano essere giusti in numero e spessore, oltre che in costo. 

Dopo circa un anno i tentacoli sono arrivati, e si è dovuto pensare al supporto. Ecco quindi sfoderare la sua lama interna ed usarla come piede, appoggiato su una base in ghisa. Lasciando comunqe la possibilità di sganciarlo dal piede ed attaccarlo ad una mensola, con la sua morsa originaria. Chi la dura la vince, e che soddisfazione...


2 commenti:

  1. ciao Sara, ti ricordi di me? sul mio blog un piccolo pensiero per te :)

    RispondiElimina
  2. Certo che mi ricordo di lei, signorina.
    Grazie mille del premio! Mi lasci un compito importante, lo svolgerò al più presto.
    Intanto buon viaggio, torna piena di sogni.
    Ciao!

    RispondiElimina